Una giornata di Trekking tra Praiano e Furore.

Di Antonio Terminiello

Domenica 16 Febbraio era il mio giorno libero dal lavoro e allora cosa faccio?…ovvio Trekking day…dopo alcune ricerche in internet trovai un evento naturalistico di Nino Aversa (Guida Naturalistica della costiera Sorrentina)che con un gruppo di persone amanti della natura aveva organizzato un cammino da Praiano e Furore (due paesi della costiera Amalfitana)immersi nella natura più totale.

Costiera Amalfitana versante di Positano
Costiera Amalfitana versante di Amalfi.
(sulla sinistra il piccolo paese di Praiano)
Piastrelle decorare rigorosamente a mano
I magnifici colori della Costiera

“Che errore è stato allontanarsi dalla natura! Nella sua varietà, nella sua bellezza, nella sua crudeltà, nella sua infinita, ineguagliabile grandezza c’è tutto il senso della vita.”

(Tiziano Terzani)

Un asino di nome “Amore”

Con gli asini arrivò il commercio. La loro capacità di caricarsi addosso il 30% del loro peso corporeo senza un lamento inaugurò il commercio nel mondo antico.

(John Lloyd e John Mitchinson)

In questa foto sembra di vedere un calice che raccoglie il mare

Guarda profondamente nella Natura, e capirai tutto meglio.

(Albert Einstein)

I vigneti della famosa casa vinicola
“Marisa Cuomo”www.marisacuomo.com
Un breve video per farvi vedere il cammino in tutta la sua bellezza
“Labularia”
È una pianta annuale dal profumo dolce come il miele
Mosaico nel cortile di un abitazione
Contrada Sant’Elia (Furore)
In questo link troverete tutte le info su come raggiungere questo fantastico posto

https://www.ecampania.it/salerno/itinerari/passeggiata-amore-furore
Terrazza panoramica sulla
“Passeggiata dell’amore” -Furore-
“Sentiero degli Dei”
Visto dal basso
Qui sotto vi scrivo il link del video che troverete YouTube…mi raccomando iscrivetevi al mio canale per rimanere sempre aggiornati.

https://youtu.be/6lKp_-_jbnQ
Seguitemi anche su Tripadvisor

https://www.tripadvisor.it/Profile/insolito80?m=19905

Una giornata tra i faggeti di Monte Faito

Di Antonio Terminiello

Se volete ritrovare serenità psicofisica potreste fare come me…insieme al gruppo escursionistico “Cartotrekking Escursioni Amalfi Coast”(un gruppo di giovani amanti della natura) ho preso parte ad un evento da loro organizzato.Dopo una serie di messaggi e una mail di conferma avevamo appuntamento presso la rotonda del Piazzale dei Capi in località Villaggio Monte Faito (chiamato anche belvedere)pensavo che sarebbe stata una giornata bella ma con pochi partecipanti e invece rimasi stupido di quanta gente avesse aderito…eravamo circa una trentina.

Camminare in silenzio tra i faggi secolari trasmette una tranquillità impressionante,ti sembra di essere in un altro mondo.Io ogni volta che lo faccio ritorno a casa rigenerato,con tanta energia e affronto le giornate in un altro modo.

Non perdere la voglia di camminare: io, camminando ogni giorno, raggiungo uno stato di benessere e mi lascio alle spalle ogni malanno; i pensieri migliori li ho avuti mentre camminavo, e non conosco pensiero così gravoso da non poter essere lasciato alle spalle con una camminata… ma stando fermi si arriva sempre più vicini a sentirsi malati… Perciò basta continuare a camminare, e andrà tutto bene.

(Bruce Chatwin)

Quando sono da solo in montagna mi piace ascoltare i suoi della natura ma ci sono momenti in cui io ascolto una playlist con tutte canzoni rilassanti…ecco a voi alcune canzoni della mia playlist

Playlist “Walking into the Wild”

1) “We have all the time in the world” Louis Armstrong

2) “Magic moment” Perry Como

3) “La strada nel bosco”. Achille Togliani

4) “I giorni” Ludovico Einaudi

5) “Sailing” Christopher Cross

6) “Everyday Life” Coldplay

7) “Sunset” Tobias Bergson

8) “Olalla” Blanco White

Se vi piace potete provarla anche voi e aggiungerci altre canzoni che vi piacciono e che usate quando andate a camminare immersi nel verde…nei commenti potete aggiungere la vostra canzone preferita.

La voglia di vivere di questo albero spinge le sue radici ovunque
Quando la natura a mille sfaccettature

Dopo 8,6km e quasi tre ore di cammino siamo ritornati al Piazzale dei Capi…vi posso assicurare che è stata un esperienza bellissima,ho conosciuto altre persone di varie nazionalità e anche persone delle mie zone,se vi trovate in Penisola Sorrentina e volete provare in esperienza nella natura vi consiglio vivamente di andare sul Monte Faito e immergervi nella natura

Ciao ragazzi vi aspetto nel prossimo articolo.

Terror Haza Muzeum

Il Terror Haza Muzeum è uno dei musei più spaventosi che io abbia mai visitato,il museo,chiamata anche Casa del Terrore è un edificio costruito alla fine dell’Ottocento che venne usato come quartier generale dalla polizia politica sia Nazista che Comunista,si trova nel centro di Budapest in Andrássy Ut.60,una volta entrati vi posso assicurare che percepirete in prima persona il vero senso del terrore,lo stesso terrore che erano costretti a vivere i prigionieri internati in questo palazzone grigio.

Potrete Visitare il museo e prendere un audio guida (Inglese,Tedesco o Ungherese) dove vi verrà spiegato tutto il museo a partite dall’entrata dove troverete un grosso carro armato sovietico alle varie sale per poi finire nella parte più suggestiva del museo che si trova nello scantinato,ovvero le celle di tortura dove venivano portati(dopo un finto processo),torturati e imprigionati i vari prigionieri politici.

Terror Haza Muzeum
Lapidi all’entrata del museo in onore delle vittime del Nazismo/Comunismo
Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito